La tartare di carne è certamente un piatto saporito e di gran classe. Ottima come antipasto è in realtà una ricetta semplice che, per fare un’ottima riuscita, ha bisogno di ingredienti genuini e di grande qualità.

C’è chi la chiama tartar o tar tar ma anche tartara di carne proprio per le sue origini.

Le origini della tartare di carne

La tartare di carne cruda è una preparazione molto antica che ha origine, appunto, dai Tartari. Questa popolazione nomade di guerrieri dell’Asia centrale a causa dell’esigenza continua di spostamento doveva consumare pasti veloci che non richiedessero troppo tempo nella preparazione.

E’ proprio con i Tartari che nasce l’usanza di stipare la carne cruda sotto le selle che, durante le cavalcate e i lunghi tragitti, veniva battuta e macinata in modo naturale con il galoppare dei cavalli, pronta a essere consumata.

Questo modo di gustare la carne si è poi diffuso nella Russia degli zar per poi essere esportato in Francia durante i primi del ‘900. Oggi la tartare è preparata con carne freschissima, tagliata rigorosamente al coltello, condita in vario modo e consumata cruda.

Carne tartare manzo

La nostra carne di manzo marchigiano a km 0 dell’agro pontino è l’ingrediente perfetto per preparare una tartare di manzo gustosissima. Questa tipologia di carne non è solo ottima per una tartara di manzo ed è disponibile nel nostro negozio online in vari tagli:

Preparata anche per Roast beef e, nella sezione conserve, trovate il ragù di manzo marchigiano pronto per essere utilizzato.

Ricetta tartare dello Chef Marco Esposito

Lo Chef Marco Esposito ha scelto la nostra carne di manzo marchigiano per la sua ricetta tartare di carne accompagnata da un tuorlo marinato con crumble al parmigiano e da senape fatta in casa.

Potete seguire passo passo le semplici fasi di preparazione in questo video.

Tartare ricetta video

Prima cosa molto importante è il taglio della carne: deve essere omogeneo e uniforme, deve essere fatto in modo leggero, la lama deve scorrere senza battere la carne.

Una volta tagliata la carne la conserviamo a temperatura ambiente fino alle operazioni finali di impiattamento passando subito alla marinatura dell’uovo.

Uniremo sale e zucchero in una ciotolina in cui disporremo il tuorlo ricordandoci di ricoprirlo con l’altra metà del mix facendo attenzione nel separarlo affinchè non si rompa.

Lasciamo marinare per circa 20 minuti e passiamo al crumble di parmigiano: a formaggio e farina già setacciati aggiungeremo l’uovo sbattutto lavorando in seguito con del burro rigorosamente freddo.

Una volta ottenuta una consistenza piuttosto grossolana disponiamo l’impasto in una placca da forno ed inforniamo a 200 gradi per circa 18 minuti affinché sia ben dorato.

Possiamo quindi già passare all’impiattamento, fase in cui ci si può sbizzarrire e personalizzare al massimo il piatto.

Nel frattempo il crumble si sarà cotto e, solo al momento di impiattare, andremo a condire la carne per evitare di cuocerla (ad esempio si può condire con sale olio e pepe rosa).

A questo punto sciogliamo il sale e lo zucchero con dell’acqua e ritiriamo il tuorlo con attenzione per evitare di romperlo. Adageremo poi il tuorlo a lato della tartare di carne lasciando il tutto sopra il crumble. In questo modo la tartare di carne cruda appena preparata risulterà cremosa ad ogni morso.

In pochi passi avremo ottenuto un antipasto speciale con materie prime di qualità che sorprenderà i nostri ospiti.

Non ci resta che augurarvi buon appetito!

Open chat